C'è stato un tempo nella nostra vita in cui eravamo completamente presi cura di noi. Eravamo alimentati da una corda e tutto era semplicemente perfetto; temperatura, suono e luce. Non avevamo scelte da fare, quindi nessuna responsabilità per le nostre decisioni.Fu allora che eravamo nel grembo di nostra madre.Come adulti, invece, siamo costantemente tenuti a prendere decisioni di cui siamo responsabili.Tuttavia, a volte anche da adulti, rinviamo la nostra responsabilità e rendiamo gli altri responsabili della nostra felicità. Anche se razionalmente non va bene farlo, ci impegniamo in una sorta di relazione con eccessiva dipendenza dalle altre persone, e questo tipo di comportamento diventa uno schema.Queste sono persone che spesso hanno difficoltà a dire "NO" a coloro che amano e spesso si assumono la responsabilità di soddisfare i bisogni dei loro cari, anziché i propri. Sentono forte e chiaro le richieste dei loro cari, ma hanno difficoltà a esprimere i propri bisogni.Provano sentimenti di indegnità o non si sentono meritevoli delle relazioni che possiedono.I loro confini personali sono diffusi, negati, ignorati.Il loro senso di sé è invischiato dal loro partner.Mancano di autonomia e spesso hanno relazioni tossiche in cui c'è molto "dare" da parte loro e non molto "prendere".Alcune persone si riferirebbero a loro come avere una personalità codipendente.Le persone che non hanno sviluppato l'autonomia emotiva possono trarre notevoli benefici dalla creazione della propria chiara identità imparando ad ascoltare e audire la propria voce interiore.Tutto questo riguarda le tue convinzioni inconsce, informazioni che hai imparato, in particolare durante la tua infanzia.Queste non sono caratteristiche o credenze innate; puoi riapprendere e creare credenze nuove e diverse.

You may also like

Back to Top